30-08-2010
Classi Energetiche
Classe A

La classe A rasenta l`eccellenza: oltre a tutti gli interventi base previsti per un immobile inserito nella classe C e alla sostituzione dei serramenti che fà raggiungere la classe B, bisogna prevedere un forte investimento (che grazie al risparmio energetico realizzato ha il suo ritorno economico in circa dieci anni) consistente nella creazione di un cappotto esterno all`edificiodello spessore di almeno 10 centimetri.

Classe B

Gli interventi si aggiungono a quelli già normalmente realizzati per gli edifici di classe C ma, in termini di ritorno economico, itempi si allungano da una media di tre ad una media di dieci anni (che però diventano 5-6 grazie alla detrazione del 55% delle spese prevista dalla finanziaria 2008 e agli interventi delle Regioni).
Si tratta, per raggiungere la classe B, di agire sull`involucro esterno dell`immobile con la sostitutzione di tutti i serramenti.

Classe C

Negli edifici inseriti in classe C si cominciano a vedere gli effetti degli interventi più impegnativi: installazione di valvole termostatiche a bassa inerzia su tutti i caloriferi con contabilizzazione indiretta del calore, sostituzione della pompa di circolazione per la riduzione delle portate e dei consumi elettrici, isolamento del sottotetto con almeno 10 centimetri di buon isolante termico, nuova caldaia a condensazione accuratamente progettata.

Classe D

Situazione analoga alla classe E ma con una maggiore "tenuta" derivante da una migliore coibentazione del letto e da un maggiore spessore dei muri esterni.

Classe E

Si tratta probabilmente della situazione più diffusa, quanto meno fra gli edifici costruiti più di dieci anni fa ma non più di trenta. Qui la caldaia, normalmente antiquata, in termini non troppo remoti è stata sostituita con una a metano. La qualità costruttiva è bassa ma si cominciano ad intravedere alcuni accorgimenti, soprattutto nella coibentazione del tetto, effettuata però con materiali e tecniche non molto efficenti.

Classe F e G

Negli edifici condominiali di classe F e G di regola la caldaia è obsoleta, a gasolio e si registra la mancanza di valvole termostatiche, pompa di circolazione, isolamenti termici e infissi studiati per il risparmio energetico.
 
« TORNA ALLE NOTIZIE UTILI
 
 
TEVERE IMMOBILIARE
Partita IVA: 06627141002
Gli annunci sul sito non sono offerte vincolanti e sono modificabili senza preavviso.

CCIAA di Roma – REA n. 979608
@2004-2013 Tutti i diritti riservati
Design e software Altravia.com